Stampa

Lezione 10 - La dieta per te

Postato in Lezioni

Non appena ricominciano le belle giornate, arriva pressante il desiderio di disfarsi degli abiti pesanti e dei chilogrammi accumulati durante l’inverno. In questo periodo è un fiorire di diete vecchie e nuove che promettono risultati immediati, ma molto spesso si tratta di diete che non possono essere mantenute per lunghi periodi senza incorrere in qualche problema.

Come perdere qualche kilogrammo:
• Elimina gli extra voluttuari; gli alcolici o le bibite, non sono alimenti indispensabili, ma forniscono calorie superflue: un bicchiere di vino 125 ml fornisce circa 94 kcal, un boccale di birra piccola 250ml fornisce 85 kcal, una lattina di aranciata o di Coca- Cola fornisce 129 kcal.

Stampa

Lezione 9 - Dopo l'abbuffata

Postato in Lezioni

DOPO L’ABBUFFATA (pentimento e compensazioni)
Natale e Capodanno rappresentano il trionfo della tavola e delle tradizioni a cui nessuno sa e deve resistere, ma anche il periodo dell’anno più critico per la linea e la salute. Dopo la Befana si tirano le somme e i conti energetici non tornano, perché la bilancia emette il suo verdetto! Abbiamo preso qualche kg di troppo, qualcuno anche 4,00-5,00kg. Com’è stato possibile? Presto detto.

La maggior parte, delle persone, vive il periodo natalizio come un momento di sospensione dalla routine giornaliera, tutto si rimanda a dopo le feste, compresi i problemi di linea . Rientrano i figli dall’Università, arrivano i parenti e ritornano gli amici, si moltiplicano le occasioni di riunirsi, inevitabilmente attorno ad una tavola imbandita con i cibi della tradizione, cibi grassi , dolciumi, frutta secca, vino e spumante che fanno aumentare le entrate caloriche anche di 1000-1500 kcal in più ogni giorno che si tradurranno in due- tre kg in più sulla bilancia.  Si condivide il piacere della buona tavola e ci si dimentica di andare a fare una passeggiata, e magari si è anche sospesa l’abituale attività fisica, palestra, piscina, partita di pallone. A ciò bisogna aggiungere la pubblicità pressante, che proponendo offerte spinge ad acquistare quantità esagerate di cibi che poi dureranno anche per altri venti giorno dopo le feste. Si può non rinunciare ai piaceri della tavola senza danneggiarsi, semplicemente contenendosi nelle porzioni e aggiungendo sempre della verdura, soprattutto cruda e della frutta fresca che danno sazietà e con la fibra riducono l’assorbimento dei grassi oltre che modulare la glicemia.
Ormai il danno è fatto, allora bisogna correre ai ripari.

Stampa

Lezione 8 - Il sale

Postato in Lezioni

Il sale, ingrediente comune ed indispensabile nelle nostre cucine, il suo uso scontato non ci fa ricordare l’importanza che ha avuto nella storia dell’umanità.
Il sale è utilizzato per insaporire i piatti, ma è stato ed è un mezzo per conservare i cibi, è stato oggetto di commercio, di scambi e anche di lotte.
Vi sono vari tipi di sale, in gran parte costituiti da cloruro di sodio, ma contengono anche minerali e oligoelementi, hanno consistenza e profumi diversi:
il salgemma
che è il comune sale da cucina, composto da cloruro di sodio,(NaCl) viene estratto dalle miniere dove si trova in forma solida come residuo di antichi mari.
Il sale marino è prodotto nelle saline dall’acqua di mare, raccolta in vasche e poi trasferito in altre. Prevalentemente è composto da cloruro di sodio ma contiene anche altri minerali.
Il sale iodato è un sale comune a cui è aggiunto lo Iodio sottoforma di ioduro di potassio o iodato di potassio fino a 30 mg / g. Se ne promuove il consumo per la prevenzione delle malattie, da carenza di Iodio, ( gozzo tiroideo). Il sale iodato ha lo stesso sapore, e le stesse caratteristiche del sale comune, deve essere utilizzato a tutte le età, in tutte le condizioni fisiologiche in sostituzione del sale normale.
Il sale dietetico contiene meno sodio, perché costituito prevalentemente da cloruro di potassio. E’consigliato ai soggetti ipertesi che non riescono a ridurre l’assunzione di sale.

Stampa

Lezione 7 - Le vitamine ingrassano?

Postato in Lezioni

"Sono in sovrappeso perché da bambino mi hanno dato le vitamine!"
Con questa dichiarazione iniziano molti colloqui con il nutrizionista.Allora credo sia necessario fare chiarezza su quest’argomento.
Le vitamine non hanno potere energetico quindi, non ingrassano. Le vitamine sono sostanze organiche indispensabili alle cellule del nostro organismo, che non è in grado di fabbricarle, (tranne due casi, ma in piccola parte), perciò è necessario assumerle con gli alimenti, nei quali sono presenti in piccolissime quantità, in milligrammi o microgrammi. Nessuna cellula può vivere senza le vitamine, che sono molecole abbastanza semplici e svolgono un azione specifica ed in sinergia.
Oltre ad essere i catalizzatori dei fondamentali processi vitali, esse svolgono un ruolo molto importante di protezione delle cellule dall’azione dannosa di numerosi agenti chimici, (radicali liberi), fisici, batterici e virali. Tra le altre azioni che svolgono vi sono quelle, di rafforzare le strutture nervose, aumentare la resistenza alle infezioni, proteggere le mucose e prevenire il cancro. La quantità di ciascuna vitamina che deve essere introdotta con la dieta è minima, ma è quell’indispensabile, un’alimentazione normale, variata e completa è sufficiente a soddisfare il fabbisogno di vitamine di qualsiasi individuo sano, senza dover ricorrere agli integratori vitaminici, esaltati dalla pubblicità che induce ad un consumo spropositato. Una delle proprietà più studiata, delle vitamine, è l’azione protettiva nei confronti dei radicali liberi, prodotti intermediari del metabolismo che possono alterare in modo considerevole gli equilibri biochimici degli organismi, e che sono uno degli elementi determinanti nell’insorgenza di malattie degenerative, quale i tumori. I radicali liberi sono bloccati da meccanismi di difesa che coinvolgono la vitamina E, la vitamina C, ed il beta-carotene.

Stampa

Lezione 6 - Prodotti per dimagrire

Postato in Lezioni

Molto spesso su quotidiani e riviste o negli spot pubblicitari in televisione, si legge della scoperta di nuovi prodotti, pillole, tisane, integratori, che assicurano la riduzione del sovrappeso in modo rapido, “indolore” e molto spesso definitivo. Diciamo subito che, dimagrire significa perdere il grasso accumulato per eccesso di entrate caloriche e scarso dispendio di energia, processo che avviene nel tempo, e che non vi sono farmaci o prodotti che possano assicurare questo risultato senza che, contemporaneamente vi sia associato un regime alimentare ad apporto calorico controllato”, come si legge in fondo all’annuncio pubblicitario. Ma ben pochi pongono attenzione a questa raccomandazione che è l’unico mezzo che può far raggiungere l’obiettivo agognato di ridurre il sovrappeso.

Esistono molti farmaci e molti prodotti di erboristeria, prodotti galenici, che promettono dimagrimenti rapidi, senza rinunce e senza alcun impegno fisico, ma ribadisco, ciò non è possibile!

Stampa

Lezione 5 - Mettere su muscoli

Postato in Lezioni

I muscoli sono organi specializzati per il movimento, sono costituiti da cellule di forma allungata con funzione contrattile: le fibre muscolari a loro volta formate da numerose fibrille parallele che hanno la stessa lunghezza della fibra e sono la parte che consente al muscolo di contrarsi in risposta agli stimoli nervosi: le miofibrille che sono composte dalle unità contrattili , i sarcomeriLa contrazione è possibile grazie a due proteine filamentose la miosina che forma i filamenti spessi e l’actina che forma i filamenti sottili. Lo scivolamento di queste proteine l’una sull’altra telescopicamente quando i sarcomeri si contraggono e si rilasciano consentono la contrazione e d il movimento.

Stampa

Lezione 4 - Prepariamoci all'estate

Postato in Lezioni

PREPARIAMOCI ALL’ESTATE AUMENTIAMO “LA SPESA ENERGETICA”.
Non si dimagrisce di sola dieta

Molto spesso il problema non è l’eccessiva alimentazione ma lo scarso consumo, perciò per dimagrire è necessario programmare una dieta adeguata alle proprie esigenze ma soprattutto programmare una maggiore attività muscolare.
In particolar modo quando il problema interessa bambini e giovani è sicuramente consigliabile aumentare l’attività fisica piuttosto che ricorrere a drastiche diete. Quando il sovrappeso è lieve
(2-3 kg), è sufficiente incrementare la spesa energetica ( le calorie bruciate), che in pratica si traduce nell’osservare le regole previste dalla piramide delle attività  dell’American College of Sport Medicine. L’attività fisica deve essere continua e moderata, e deve interessare il maggior numero possibile di muscoli. Fare attività fisica aiuta a sentirsi meglio, a mantenere facilmente il peso e a perderlo senza mangiare di meno.

Stampa

Lezione 3 - Siamo quello che mangiamo

Postato in Lezioni

"Siamo quello che mangiamo!!!"

Questa frase deriva dall’affermazione, “L’Uomo è ciò che mangia” scritta dal filosofo tedesco Ludovico Feuerbach, in una sua opera. Quest’affermazione ha valore se noi pensiamo al nostro corpo che è costituito da un insieme di elementi che derivano dagli alimenti che introduciamo per ricavarne da essi i principi nutritivi indispensabili alla nostra vita.

Il corpo umano è costituito per il 60% da acqua, dopo l’acqua, il componente più abbondante sono le proteine 18%, il 14% dai grassi, per 1% da carboidrati, per il 6% da vitamine e sali minerali, queste sostanze, che devono essere fornite continuamente in quantità ottimali al corpo umano, si trovano negli alimenti. Gli alimenti attraverso i processi chimico- fisici che subiscono nel nostro organismo vengono trasformati in elementi semplici che assorbiti vengono utilizzati per costruire e mantenere la struttura corporea, fornire energia e regolare tutti i processi vitali.

Stampa

Lezione 2 - I gruppi alimentari

Postato in Lezioni

Gli alimenti sono stati raggruppati, in base alle loro caratteristiche ed ai nutrienti che forniscono in sette gruppi.

GRUPPO 1 carni, pesci ed uova
Gli alimenti di questo gruppo forniscono proteine ad elevato valore biologico, vitamine del gruppo B, lipidi, minerali come il ferro.Sono importanti perché forniscono all’organismo gli aminoacidi, in altre parole “i mattoncini”. che compongono le molecole proteiche. Le proteine sono formate da aminoacidi, e la maggior parte delle proteine  d’origine animale contiene tutti gli aminoacidi essenziali e per questo motivo sono definite ad “elevato valore biologico”.Il ferro fornito dagli alimenti di questo gruppo, in particolare modo dalle frattaglie, è un costituente fondamentale dell’emoglobina.Gli alimenti di questo gruppo da preferire sono, le carni magre (pollo, tacchino, coniglio) e il pesce. Con carni grasse ed insaccati: non eccedere. Uova: individui sani anche tre a settimana.  

Stampa

Lezione 1 - perchè mangiamo

Postato in Lezioni

L'uomo ha bisogno di mangiare per vivere.
L'alimentazione costituisce per l'individuo una necessità vitale,infatti,gli alimenti apportano il combustibile necessario per la produzione di energia,energia che serve per poter svolgere tutte le funzioni vitali (respirazione,attività del cuore,dei reni,dei centri nervosi,...) e le attività, lavorative e della vita di relazione,dell'individuo (parlare, lavarsi, vestirsi, camminare, giocare a tennis,...) e dall'altra i principi nutritivi in essi contenuti indispensabili per la crescita e il mantenimento dell'organismo.
Energia e nutrienti servono per il mantenimento di un equilibrio biologico che si identifica con un buono stato di salute psicofisica.