Stampa

Lezione 9 - Dopo l'abbuffata

Postato in Lezioni

DOPO L’ABBUFFATA (pentimento e compensazioni)
Natale e Capodanno rappresentano il trionfo della tavola e delle tradizioni a cui nessuno sa e deve resistere, ma anche il periodo dell’anno più critico per la linea e la salute. Dopo la Befana si tirano le somme e i conti energetici non tornano, perché la bilancia emette il suo verdetto! Abbiamo preso qualche kg di troppo, qualcuno anche 4,00-5,00kg. Com’è stato possibile? Presto detto.

La maggior parte, delle persone, vive il periodo natalizio come un momento di sospensione dalla routine giornaliera, tutto si rimanda a dopo le feste, compresi i problemi di linea . Rientrano i figli dall’Università, arrivano i parenti e ritornano gli amici, si moltiplicano le occasioni di riunirsi, inevitabilmente attorno ad una tavola imbandita con i cibi della tradizione, cibi grassi , dolciumi, frutta secca, vino e spumante che fanno aumentare le entrate caloriche anche di 1000-1500 kcal in più ogni giorno che si tradurranno in due- tre kg in più sulla bilancia.  Si condivide il piacere della buona tavola e ci si dimentica di andare a fare una passeggiata, e magari si è anche sospesa l’abituale attività fisica, palestra, piscina, partita di pallone. A ciò bisogna aggiungere la pubblicità pressante, che proponendo offerte spinge ad acquistare quantità esagerate di cibi che poi dureranno anche per altri venti giorno dopo le feste. Si può non rinunciare ai piaceri della tavola senza danneggiarsi, semplicemente contenendosi nelle porzioni e aggiungendo sempre della verdura, soprattutto cruda e della frutta fresca che danno sazietà e con la fibra riducono l’assorbimento dei grassi oltre che modulare la glicemia.
Ormai il danno è fatto, allora bisogna correre ai ripari.

Misuriamo le calorie d’alcune porzioni di prodotti tipici delle festività.

Una fetta di pandoro (100g) fornisce 407 kcal
Compensazione: eliminare dalla prima colazione il cornetto.

Una coppa di spumante ed un liquorino circa 160 kcal. (Abbiamo assunto calorie inutili)
Compensazione: eliminare vino, birra ed altri eventuali alcolici.

Un torroncino alla mandorla(25g) fornisce 120 kcal.
Compensazione: eliminare o ridurre lo zucchero del latte e del caffé.
Al mattino sostituire i biscotti con due fette biscottate vuote.

Una porzione di lasagne al ragù (300g peso cotto) fornisce circa 500 kcal.
Compensazione:
ridurre la quantità di pasta di 20g rispetto la porzione abituale e abbinarla sempre a delle verdure, (pasta con broccoli, minestrone, pasta con zucca gialla, con cavolfiore, (pasta con legumi da utilizzare come piatto unico).

Una porzione di frutta secca (30g di noci ) fornisce 207 kcal, contro le 68 kcal di 200g d’arancia
Compensazione: eliminare i cibi grassi e consumare solo frutta fresca.

Una porzione di cotechino precotto(100g) fornisce 405 kcal.
Compensazione: eliminare salumi, formaggi, salse. Mangiare pesce magro, carni bianche arrostite e ridurre i condimenti.

In conclusione il rimedio è, mangiare meno, consumare cibi semplici, verdura e frutta fresca di stagione tutti i giorni e incrementare l’attività motoria.Importante è modificare definitivamente e in meglio il proprio stile di vita, di cui l’alimentazione è un aspetto fondamentale, per arrivare in forma ed in salute da Capodanno al prossimo Natale!

Per le vostre domande non esitate a contattarmi